Festival Calling | Follow the Festival

6 Modi Per Entrare GRATIS Ad Un Festival

ragazze ssedute su un prato ad un festival

Ormai ci siamo, la stagione dei festival è già iniziata e non abbiamo fatto il nostro dovere: risparmiare per comprare l’abbonamento. Niente panico, c’è sempre una soluzione per tutto. Eccoti 5+1 modi infallibili per entrare ai festival senza biglietto (vale anche per i concerti).

1. Fare volontariato

Un classico. Da che mondo è mondo, gli organizzatori dei festival adorano barattare qualche ora di lavoro gratis per un biglietto, e sembra che molti giovani apprezzino questa possibilità.

I lavori come volontario all’interno di un festival dipendono dall’evento, normalmente il requisito minimo è aver raggiunto la maggiore età.

Detto ciò, la maggior parte offre alcune posizioni standard:

  • Controllore di biglietti e braccialetti. Decisamente il lavoro più facile: controllare che i biglietti siano validi, scansionarli ed eventualmente consegnare il braccialetto dell’evento. Easy-peasy.
  • Barista. Normalmente i festival non richiedono esperienza per svolgere i lavori come volontario, ma vista la facilità con cui la gente si lamenta si sta iniziando sempre più a richiedere un minimo di competenza, almeno per quanto riguarda la figura del barista.
  • Volantinaggio. Un po’ old-fashion, ma alcuni festival offrono ancora questa possibilità. Si tratta semplicemente di distribuire flyer promozionali dell’evento nelle giornate precedenti o addirittura fuori dalla location il giorno stesso. Un po’ di sano marketing all’antica non ha mai fatto male a nessuno.
  • Hostess. Ho scritto hostess e non steward perché normalmente questa è una posizione dedicata alle ragazze. Belle ragazze. Lo scopo? Convincere le persone a fare foto, consegnare loro gadget, invitarli ad ascoltare una playlist, etc. Oltre a richiedere una “bella presenza“, a volte questo ruolo richiede anche la conoscenza di qualche lingua straniera (generalmente l’inglese).
  • Info Point. Forse al Festival-Sotto-Casa un info point non serve nemmeno, ma se vi trovare a lavorare per lo Sziget sicuramente troverete questo tipo di lavoro: uno spettatore che non trova il palco della sua band preferita, è uno spettatore incazzato.

Dove trovare le offerte di lavoro come volontario? Innanzitutto consiglio di controllare il sito web dell’evento che ti interessa, normalmente troverai una sezione dedicata al volontariato. In alternativa, cercando in google puoi trovare siti che si dedicano appositamente alla ricerca di volontari, come FestStaff che cerca personale per i festival in inghilterra oppure su motori di ricerca come Jooble, semplicemente cercando la parola “festival”.

2. Addetto/a alla sicurezza

Hai esperienza come buttafuori? Hai mai lavorato per la security di un evento? Allora hai la strada spianata. I festival musicali sono tra gli eventi che più necessitano di questo tipo di figure, gli addetti alla sicurezza sono centinaia e fondamentali per calmare gli animi irrequieti dei festival-goers. Inoltre potresti avere il privilegio di avvicinarti al palco, e chissà con un po’ di fortuna anche alla tua band preferita!

3. Gestire uno stand o un food truck

Qui ci vuole un imprenditore già avviato, qualcuno che possiede un piccolo negozio o un food truck. Considera anche che,  data la sempre maggiore importanza dell’offerta gastronomica nei festival, risulta addirittura difficile accaparrarsi uno stand.

4. Concorsi

Decisamente uno dei modi più divertenti di vincere un biglietto: partecipare a concorsi o competition.

Anche se in Italia questa pratica non è ancora molto comune, all’estero i grandi brand fanno a gara per poter essere i protagonisti dei festival e vedere il proprio marchio citato su ogni profilo social.

Vi faccio un paio di esempi per capire di cosa parlo. Brugal, noto marchio di Rum, lancia da anni un concorso chiamato “Festivaleando con Brugal“. Il concetto è semplice: tu ci metti il profilo Instagram, con tutte le tue belle fotine dove ti metti in posa canti, balli, tagghi il brand e loro in cambio ti regalano il pass per 5 festival. Decisamente fantastico. Un altro esempio è la campagna Driving Music di Volkswagen: entri sul loro sito, offri un passaggio in stile BlaBlaCar per qualsiasi evento (questo solo in Spagna) e in cambio il conducente riceve un biglietto gratis per entrarci!

5. Aiutare a pulire la location

Un’altra iniziativa decisamente poco italian-style. L’idea, infatti, arriva direttamente dal nord: gli olandesi sono stati tra i primi a proporre ai festival-addicted di ripulire la location in cambio di un accesso gratuito. E funziona alla grande. Festival come il DGTL di Amsterdam e Barcellona propongono ai volontari di ripulire la spiaggia, altri come il Brunch-In chiede aiuto con la pulizia del parco del Montjuic, e così via.

6. Entrare di straforo

Ora capisci perchè i metodi infallibili per entrare ai festival senza biglietto erano 5+1. Questo non lo raccomando assolutamente, ma storie come quella di Marcus Haney dimostrano che comunque tutto è possibile. Più di 50 festival in 4 anni per una spesa totale di 0€. Haney non ha mai pagato un solo biglietto per entrare a questi festival, “la sua tecnica vincente è creare braccialetti finti, infiltrarsi tra le maglie della security e camminare a testa alta“. Only the brave.

 

Quello del festival-goer è decisamente una vita dura e piena di sacrifici, ma vuoi mettere la soddisfazione di entrare gratis a un festival?

Silvia

Nomade digitale, italiana, classe 1990. Festival-addicted per nascita, music blogger per passione.

Cosa ne pensi?

BE SOCIAL!

Unisciti alla community italiana n° 1 di festivalieri, dove poter scoprire i migliori festival musicali del momento e le novità nel mondo della musica!

ARTICOLI PIÙ LETTI