Festival Calling | Follow the Festival

Come Scegliere il Festival Estivo Adatto a Te

Il periodo più bello dell’anno è ormai alle porte: no, non sto parlando dell’estate, ma della attesissima stagione dei festival musicali! Dopo mesi di attesa, gli organizzatori iniziano a pubblicare le line-up e l’adrenalina cresce man mano che gli artisti vengono annunciati.

La domanda sorge spontanea: tra le migliaia di eventi disponibili, quale sarà quello più adatto a me?  Il nostro manuale di sopravvivenza si apre quindi con un capitolo che oserei definire fondamentale: la scelta del festival ideale.

• La line-up & le dimensioni

Il modo più ovvio per capire a quale festival partecipare è controllare la scaletta (o line-up). Nonostante ciò, la maggior parte dei festival sono a tema, il che significa che la musica potrebbe essere un elemento decisivo ma se lo stile dell’evento non ti rispecchia non potrai godertelo al 100%.

I festival più grandi come Sziget, Glastonbury, Primavera Sound, Ultra Europe, etc. avranno alcuni dei più grandi nomi dell’industria musicale e attirano centinaia di migliaia di persone da ogni parte d’Europa (e del mondo). Sicuramente gli aspetti positivi sono che molti artisti ti saranno noti e la varietà di attività a disposizione sarà incredibile. Le cose a cui fare attenzione, invece, sono non perdere di vista i tuoi amici nelle folle, l’essere schiacciati dalla mole di persone e soprattutto organizzarsi per tempo tempo per muoverti da un palco all’altro se non vuoi perderti le tue band preferite.

I festival indie di medie dimensioni (decisamente i miei preferiti) come Home Festival, MS Dockville, Cruilla, etc., normalmente hanno grandi headliner e potrebbero adattarsi facilmente ai tuoi gusti. In questo modo puoi goderti alcuni grandi artisti evitando le masse.

Il mix tra musica, artisti, mercatini e persone è davvero eclettico e, soprattutto per i novellini, possono essere un ottimo modo per lanciarsi e farsi un’idea dei festival senza esserne subito sopraffatti.

Se invece stai cercando di evitare proprio le folle e non hai particolari esigenze in quanto ad artisti e gruppi musicali, potrebbe valere la pena provare alcuni festival più piccoli. Il festival Brunch -In, ad esempio, è su questo stile, decisamente rilassato e adatto persino alle famiglie.

• Dove dormire

Solitamente ogni festival che si rispetti offre diverse opzioni per l’alloggio, soprattutto se supera i 3 giorni di durata. La maggior parte dei partecipanti opta per il campeggio, a costo di sfidare l’imprevedibile clima estivo.

Questa è sicuramente l’opzione più economica ed è un ottimo modo per immergersi del tutto nell’atmosfera del festival prima ancora che la musica abbia inizio.

Assicurati di arrivare presto per ottenere un buon posto e non dimenticare di scaricare l’App “Tent Finder” in modo da poterla ritrovare alla fine dei concerti. È anche opportuno ricordare che il campeggio nei festival più piccoli è meno problematico e si evita l’effetto sardine.

La maggior parte dei grandi festival offre anche opzioni di lusso, chiamate “glamping” (da glamour + camping) in modo da poter godere di alloggio più comodo e decisamente glamour. Il glamping offre sicuramente più privacy e alcuni sono muniti di prese per la corrente elettrica. Gli svantaggi? Decisamente il prezzo.

Infine, per i meno temerari, c’è sempre l’opzione degli hotel e dei B&B locali di cui la maggior parte dei festival fornisce solitamente i dettagli (o addirittura i pacchetti Ticket+Hotel). In questo caso è sempre cosa buona e giusta prenotare con largo anticipo per evitare che si esaurisca la disponibilità dei posti a disposizione.

• I costi

La maggior parte delle persone partecipa solitamente ad uno o due festival musicali all’anno. La ragione principale sono il tempo libero ma soprattutto il dinero, per questo conviene scegliere saggiamente quale festival frequentare.

Qualunque festival di grandi (e aggiungere anche medie) dimensioni ti farà spendere parecchie centinaia di euro: oltre al biglietto dovrai mettere in conto i viaggi (in macchina, treno o aereo che siano), cibo e bevande, e ovviamente l’alloggio. Per questo è sempre una buona idea iniziare a risparmiare in occasione del grande evento. I festival più piccoli, invece, possono costare meno di 50€ per un fine settimana, e sono un ottimo punto di partenza se si vuole fare questa esperienza senza lasciarci il portafoglio!

 

Quindi, hai le idee più chiare? Scegli il tuo festival ideale e inizia subito a organizzarti… e non dimenticarlo di dirlo agli amici!

 

Silvia

Nomade digitale, italiana, classe 1990. Festival-addicted per nascita, music blogger per passione.

Cosa ne pensi?

BE SOCIAL!

Unisciti alla community italiana n° 1 di festivalieri, dove poter scoprire i migliori festival musicali del momento e le novità nel mondo della musica!

ARTICOLI PIÙ LETTI